Movimento per il socialismo

Movimento per il socialismo stravince alle votazioni in Bolivia

L’ex ministro dell’Economia della Bolivia, candidato del partito “Movimento al socialismo“, Luis Arce guida le elezioni presidenziali. Secondo i risultati degli exit poll, ha guadagnato il 52,4% dei voti, che è sufficiente per vincere il primo turno. Evo Morales ha definito il suo sostenitore il vincitore delle elezioni presidenziali. “Tutti i dati ndicano la vittoria del “Movimento per il socialismo“, ha detto l’ex presidente della Bolivia prima dell’annuncio dei risultati ufficiali delle elezioni. Anche la presidente ad interim della Bolivia, Janine Agnès, si è congratulata con i candidati alla presidenza e alla vicepresidenza del movimento socialista per la loro vittoria.

Movimento per il socialismo governerà la Bolivia

Il principale rivale di Luis Arce Carlos Mesa ha guadagnato il 31,5%, mentre Fernando Camacho si è terzo con il 14,1% dei voti. Altri due candidati hanno ottenuto meno del 2%. Le elezioni presidenziali e parlamentari in Bolivia si sono svolte domenica 18 ottobre. Evo Morales ha rassegnato le dimissioni l’anno scorso dopo i comizi motivati dai risultati delle elezioni presidenziali. La presidente ad interim della Bolivia, Janine Agnès, si è rifiutata di partecipare alle elezioni, anche se il 15% degli elettori era pronto a votare per lei.

Giornata storica per la Bolivia

Senza dubbio oggi è una giornata storica. Ancora una volta il popolo boliviano ha dato una lezione di democrazia e di perseveranza. Il popolo ha resistito a un colpo di stato, a un governo di fatto. A due massacri, a una gestione pandemica caratterizzata da inefficienza e corruzione. A diversi ritardi nelle elezioni e alla peggiore crisi economica della nostra storia“, ha detto Morales. Le elezioni di domenica, sono state rinviate due volte a causa della pandemia COVID-19. Il presidente eletto della Bolivia Luis Arce ha ringraziato il popolo per il suo sostegno e per la sua partecipazione pacifica al processo elettorale. Ha poi detto: “Abbiamo recuperato la democrazia e la speranza“. “Riconfermiamo il nostro impegno a lavorare con le organizzazioni sociali“. “Costruiremo un governo di unità nazionale“. Il Movimento per il Socialismo riprenderà i progetti sociali per il bene del popolo fermati dal golpe del novembre 2019.


Proteste contro Pompeo al suo arrivo in Grecia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *